Domanda:
Quali elementi rendono buono un libro sui genitori?
Torben Gundtofte-Bruun
2011-04-28 11:06:07 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Sembra che ci siano più libri sulla genitorialità che sui pesci nel mare. Ma quali sono buoni e, cosa più importante, cosa li rende buoni? Dal momento che qualsiasi consiglio di un libro specifico sarebbe troppo localizzato per il nostro pubblico internazionale, concentriamoci invece sulla seconda parte :

Quali elementi rendono un buon libro sui genitori? Cosa dovrei cercare?

Questa non è una domanda che ha un'unica risposta corretta, quindi sarà un wiki della comunità.
Fornisci esattamente un suggerimento per risposta !
Dai un voto positivo e negativo alle risposte in base alla tua esperienza.

Questa domanda è utile se hai intenzione di scrivere un libro sui genitori. Forse le persone potrebbero fornire un esempio di un buon libro sui genitori e descrivere gli elementi che lo rendono buono. Quindi costruiremmo una lista di riferimento internazionale.
Potrei elencare una serie di libri sui genitori in danese e tedesco, ma ciò andrebbe a vantaggio solo di una piccola parte della comunità. Se, d'altra parte, descrivo * perché * mi piacciono quei libri (quindi mi capita di menzionarli comunque), non aiuterebbe gli altri nella loro ricerca di buoni libri, in qualunque lingua vogliano?
Cinque risposte:
#1
+7
HedgeMage
2011-04-28 11:26:03 UTC
view on stackexchange narkive permalink

I libri generali sulla "genitorialità" in genere non sono affatto buoni. Per coprire un'area tematica così ampia, pur non essendo opere multivolume lunghe migliaia di pagine, devono a malapena menzionare ogni argomento e andare avanti. Per vendere bene devono non disturbare nessuno e rivolgersi a un pubblico più ampio possibile. Questi tre vincoli portano a libri con poco contenuto di utilizzo e un sacco di lanugine di benessere.

Libri su questioni genitoriali specifiche, come crescere un bambino con una disabilità specifica, pianificare attività di apprendimento estivo, alimentazione infantile , ecc. di solito sono molto migliori. Affrontando solo un argomento secondario, possono effettivamente affrontarlo piuttosto che limitarsi a menzionarlo . La loro specificità li porta anche a fare appello a un pubblico genitoriale specifico che si auto-seleziona per alcuni tratti comuni o filosofia. Di conseguenza, hanno meno confusione e più contenuti.

Questo non vuol dire che ogni libro per genitori di nicchia sia buono, ma quasi tutti i libri generali sono davvero, davvero pessimi, quindi i libri di nicchia sono dove probabilmente vuoi guardare.

#2
+2
user420
2011-04-28 19:05:54 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Una buona caratteristica di un libro per genitori è che è facilmente consultabile.

Anche i libri che (idealmente) si concentrano su un singolo argomento generale forniranno una vasta gamma di informazioni (altrimenti fallisce come libro ). Tuttavia, dopo averlo letto, probabilmente troverai motivo per tornare al libro per la revisione di sezioni specifiche (ad es. "Quali erano di nuovo quelle pietre miliari dello sviluppo per i bambini di 9 mesi?", "Ora che mi sono trasferito nella terza fase del processo, quali sono i passaggi che devo eseguire? "," Ricordo che c'era una ricetta per preparare un piatto con arance e patate ... ", o" qual era la raccomandazione per avviare il dialogo di nuovo su questo argomento? ").

Un libro ben scritto sarà allestito in modo tale da renderti più facile tornare al libro dopo una lettura generale e trovare quello che stai ' stai cercando. Controllare l'indice e il sommario per vedere come sono documentati i contenuti. Esiste un'organizzazione logica e intuitiva (ovvero è suddivisa per gruppo di età? C'è una progressione logica degli argomenti che il libro segue? Il libro evidenzia o separa i punti chiave in modo che risaltino dal resto del testo? )? Meglio ancora, ci sono una serie di utili appendici?

#3
+1
user420
2011-04-28 19:24:09 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Esistono generalmente due tipi di libri sui genitori:

  1. Quelli che si sforzano di essere oggettivamente informativi
  2. Quelli che sostengono uno stile o un metodo particolare che l'autore ritiene soggettivamente utile.

Quelle del primo tipo possono essere generalmente giudicate dalle credenziali degli autori (es. The American Academy of Pediatrics), anche se non sempre (gli autori del "What to Expect" le serie non hanno credenziali impressionanti iirc, ma i loro libri sono molto popolari).

Il secondo tipo sembra molto più comune sul mercato in questi giorni e fornisce una gamma molto più ampia di reazioni (da "OMG! Come può qualcuno sopravvivere senza questo?!?" a "Quale idiota ha deciso che la pubblicazione questa spazzatura è stata una buona idea?!? "). Pertanto, la scelta dalla selezione di libri soggettivi diventa una decisione più complicata.

Quando si scelgono libri soggettivi, prima di tutto dovresti rivedere la premessa generale o la filosofia del libro prima di acquistare esso. Se non sei d'accordo con la giustificazione dell'autore (o degli autori) sul motivo per cui il loro metodo / stile / consiglio è "la strada da percorrere", allora è probabile che troverai pochissime informazioni utili nel libro.

Ricorda sempre che qualsiasi libro con consigli soggettivi (non importa quanto l'autore cerchi di presentarlo come fatto oggettivo ... e quasi sempre lo faranno, btw!), tu sei senza alcun obbligo di concordare con il 100% delle opinioni dell'autore! Assicurarti di essere almeno marginalmente d'accordo con la premessa di base, però, ti dà molte più possibilità di trovarne almeno alcune consigli che troverai utili e applicabili.

#4
+1
balanced mama
2012-11-10 03:55:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Se, dopo aver letto un capitolo o giù di lì a metà (scegli un capitolo qualsiasi e provalo lì) ti senti un completo fallimento (molti libri si aggiungono alle nostre preoccupazioni), non ti aiuterà davvero. Se invece ti fa sentire sollevato dandoti anche alcune idee e nuove informazioni, è un ottimo abbinamento per te.

#5
  0
Nikita Barsukov
2011-04-28 15:57:06 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Senza un ordine particolare:

  • Non dovrebbe essere troppo ampio. Come ha detto @HedgeMage, la genitorialità è estremamente ampia, quindi non è realistico coprirla per intero in un numero ragionevole di pagine.
  • Dovrebbe essere concreta, i consigli dovrebbero essere semplici e applicabili in una varietà di ambienti e situazioni;
  • Dovrebbe essere scritto in uno stile amichevole e di facile comprensione.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...